Notte Europea dei ricercatori e delle ricercatrici, via al conto alla rovescia

Venerdì prossimo 30 settembre 2022, l’Università degli Studi Roma Tre, dalle 19 alle 24, aprirà la sua sede in Via della Vasca Navale 109, per condividere la scienza con cittadini e curiosi di ogni età attraverso visite ai laboratori di ricerca, show e mostre. Eventi dal vivo ed online

printDi :: 22 settembre 2022 17:27
Notte europea dei ricercatori e ricercatrici locandina

Notte europea dei ricercatori e ricercatrici locandina

(AGR) Torna all’Università degli Studi Roma Tre la Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici, l’evento che da anni porta la scienza e la tecnologia tra i cittadini, bambini, giovani e meno giovani.  

Venerdì 30 settembre 2022, l’Ateneo aprirà la sua sede di Via della Vasca Navale n. 109, Roma, dalle 19:00 alle 24:00, per una serata scientifica per i curiosi di ogni età con visite ai laboratori, show e mostre, laboratori per i più piccoli, attività interattive, approfondimenti. 

La Notte Europea è inserita in una settimana di eventi che si svilupperà da lunedì 26 settembre a sabato 1° ottobre 2022. A Roma Tre, gli appuntamenti si terranno prevalentemente in presenza. Tra le attività principali si segnalano: interviste ai protagonisti della Ricerca a Roma Tre, visite guidate, attività interattive, approfondimenti su biodiversità, cambiamenti climatici e sostenibilità, robotica, Sistema Solare, arte e matematica, nuove tecnologie, nanoscienza, fisica e chimica, laboratori e giochi scientifici per i più piccoli.

L’Ateneo partecipa con i Dipartimenti di Architettura, Ingegneria, Ingegneria Industriale, Elettronica e Meccanica, Matematica e Fisica, Scienze all’edizione 2022. La manifestazione fa parte del progetto #LEAF, acronimo per la cura del futuro del pianeta, organizzato da Frascati Scienza e promosso dalla Commissione Europea e dalla Regione Lazio. Il tema prosegue quello dello scorso anno, LEAF - heaL thE plAnet’s Future, e gli argomenti trattati riprenderanno alcuni degli obiettivi dell’Agenda 2030. L’immagine di #LEAF non poteva che essere una foglia, verde, fresca, resiliente e lussureggiante, come la ricerca.  

“La Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici – afferma il Rettore dell’Università degli Studi Roma Tre Massimiliano Fiorucci - è un appuntamento molto atteso a Roma Tre. Le sedi dell’Ateneo aprono le proprie porte al territorio, alla cittadinanza, per una notte coinvolgente di visite, mostre, attività interattive per i più piccoli e microlezioni di scienze, fisica, architettura, matematica, geologia e ingegneria. La “Notte”, così com’è concepita, è l’espressione più completa delle 3 anime su cui Roma Tre basa la propria mission: la didattica, la ricerca e la terza missione, ovvero il rapporto dell’Ateneo con il territorio. Per tale ragione, è un’occasione importante per dialogare con la città sui temi cari alla ricerca di Roma Tre, un’opportunità per alimentare passioni, per suscitare curiosità ed interesse verso i grandi temi del presente e del futuro e, soprattutto, per creare una cultura scientifica diffusa”. 

L'obiettivo principale della manifestazione è rendere la scienza accessibile a tutti perché scienza e tecnologia possono rispondere alle domande sulla realtà, possono migliorare la vita di ognuno e possono essere un investimento per il futuro per i giovani che vi si avvicinino. La scienza è dunque vicina e quotidiana e, a volte, può essere comprensibile anche ai non esperti, piacevole e divertente. 

La partecipazione, come sempre, è ad accesso gratuito. Per consultare il programma, seguire gli appuntamenti in streaming nei giorni della manifestazione e prenotarsi agli eventi dal vivo, consultare il sito:  http://nottericerca.uniroma3.it/.  

LEAF è finanziato dal programma HORIZON-MSCA-Citizens-2022 della Commissione Europea, nell’ambito delle azioni Marie Skłodowska-Curie. 

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE