X Municipio: Decentramento amministrativo anacronistico senza personale, subito le assunzioni

L'invito a sbloccare l'iter dei concorsi per il Campidoglio arriva da Alessandro Ieva, capogruppo M5S: Il nodo non è il decentramento delle funzioni ma il personale qualificato che hai a disposizione per esercitarle. Serve un ricambio generazionale nella pubblica amministrazione e nuove assunzioni.

printDi :: 01 dicembre 2021 11:02
X Municipio: Decentramento amministrativo anacronistico senza personale, subito le assunzioni

(AGR) "Il nodo non è il decentramento delle funzioni - scrive Alessandro Ieva, capogruppo M5S X Municipio - ma quanto personale tecnico e amministrativo qualificato hai a disposizione per esercitarle. Serve un ricambio generazionale nella pubblica amministrazione, nuove assunzioni, capacità professionali che permettano di internalizzare i servizi, ridurre i costi e migliorare i tempi di risposta ai cittadini.

Nell'Amministrazione Raggi questo processo è stato messo in moto, con lo sblocco dei concorsi, le assunzioni, la formazione del personale e la richiesta dei poteri speciali per la Capitale, ma deve proseguire velocemente e senza alcun tentennamento se vogliamo dare ai romani i servizi che meritano.

Porto come esempio la manutenzione straordinaria della pavimentazione stradale di Via Ponte Ladrone e Via Padre Massaruti nel Municipio X, che ancora deve essere realizzata. Nel piano investimenti 2020 abbiamo finanziato con 700.000 euro l'opera e approvato il progetto esecutivo a luglio 2020. L'appalto è stato aggiudicato nel maggio 2021 con D.D. esecutiva a luglio 2021, un anno dopo dall'approvazione del progetto esecutivo.

Nel mese di novembre 2021 è stato affidato l'incarico esterno di Coordinatore per la sicurezza per l'esecuzione dell’appalto, in assenza di riscontro alla richiesta di settembre 2021 per la ricognizione interna alla struttura capitolina di figure professionali per assumere il ruolo. Siamo a dicembre 2021, sono passati quasi due anni dal bilancio 2020 e i lavori non sono ancora iniziati.

E' del tutto evidente come, dall'impegno politico alla realizzazione dell'opera, i tempi siano troppo lunghi per rispondere alle aspettative dei cittadini. Questo non dipende solo dai tempi di gara, dalla disponibilità dei fondi o dalla capacità politica di un amministratore, ma soprattutto dalla carenza organica delle direzioni e dalla sovrapposizione delle competenze tra Enti.

Rispondendo nel merito al Sindaco di Roma Gualtieri, - conclude Ieva -  quando parla di decentrare i poteri ai municipi, non serve creare scatole vuote se non le riempi di personale, soprattutto qualificato, e fondi. Il tema del decentramento amministrativo è anacronistico, serve accelerare sui poteri per Roma e sbloccare le assunzioni se vogliamo una Capitale degna del nome che porta. Credo che su questo ci debba essere convergenza tra tutte le forze politiche e a livello parlamentare dare accelerazione a questi provvedimenti".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE