Giornate Europee del Patrimonio: “Patrimonio culturale: Tutti inclusi!”

25-26 settembre 2022. Le aperture straordinarie e le iniziative dei musei statali e luoghi della cultura della Direzione regionale musei della Toscana

printDi :: 21 settembre 2022 15:13
Giornate Europee del Patrimonio: “Patrimonio culturale: Tutti inclusi!”  Villa Medicea di Cerreto Guidi (Fonte foto Musei della Toscana

Giornate Europee del Patrimonio: “Patrimonio culturale: Tutti inclusi!” Villa Medicea di Cerreto Guidi (Fonte foto Musei della Toscana

(AGR) Tornano sabato 24 e domenica 25 settembre le GEP – Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa.

Nelle due giornate saranno organizzate visite guidate, aperture straordinarie, iniziative digitali  nei musei e nei luoghi della cultura statali e non, sviluppando il tema “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” scelto dal Consiglio d’Europa e condiviso dai Paesi aderenti alla manifestazione.

Come ogni anno sabato 24 settembre nei musei a pagamento il biglietto per le aperture straordinarie serali avrà il costo simbolico di 1 euro (escluse le gratuità previste per legge).

La Direzione regionale musei della Toscana e molti dei suoi musei e luoghi della cultura presenti su tutto il territorio propongono per questa nuova edizione delle GEP un articolato programma di incontri, presentazioni, mostre e visite guidate tematiche. Pinacoteche, musei archeologici, ville medicee, edifici di destinazione religiosa, saranno aperti al pubblico mattina e sera insieme ai tanti altri luoghi della cultura non statali che hanno aderito, musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, contribuendo a realizzare uno straordinario racconto corale che promuove e valorizza la ricchezza trasversale presente sia nei grandi musei sia nei siti di eccellenza meno conosciuti distribuiti in ogni provincia.

A FIRENZE sarà eccezionalmente aperto Palazzo Mozzi Bardini, sede della Direzione regionale musei della toscana, uno dei luoghi identitari delle “Passeggiate Bardini”, che proseguono il 24 settembre alle 10 e alle 11 e domenica 25 alle 11  per il centenario dalla morte del 'principe degli antiquari' e in concomitanza con la Biennale Internazionale dell’Antiquariato. 

Apre con orario continuato sabato 24 settembre dalle 8.15 alle 21 il Museo di San Marco, con due visite guidate alle 15 e alle 18 a cura dello staff. Oltre alla straordinaria Sala del Beato Angelico con i suoi capolavori restaurati e alle nuove sale del Savonarola, il percorso museale presenta una nuova illuminazione di due ambienti molto importanti:  la sala del Capitolo con la stupenda Crocifissione del Beato Angelico e la sala del Lavabo con le lunette di Plautilla Nelli e il Giudizio Finale di Fra Bartolomeo e Mariotto Albertinelli.

Anche il Museo archeologico nazionale sarà aperto sabato sera dalle 20 alle 23 con un articolato programma di incontri e percorsi tematici  "Far luce sul passato, per guardare al futuro", che attraverseranno il Giardino storico con un viaggio tra i monumenti dell'antica Etruria e le rare piante ornamentali; la sezione del Museo egizio con un focus sulle grandi figure dell'egittologia, Champollion e Rosellini. I percorsi si soffermeranno sugli arazzi medicei del Palazzo della Crocetta e sugli interventi di restauro eseguiti sulla Minerva d'Arezzo e sulla Testa di Cavallo Medici Riccardi; infine nel CineMAf saranno proiettati vecchi e nuovi documentari sui reperti del museo.??Al Parco di Villa il Ventaglio sabato 24 e domenica 25 settembre, alle 10 e alle 11.30, il personale e il direttore Lorenzo Sbaraglio accompagneranno il pubblico in due visite guidate gratuite per raccontare la storia della Villa e del Parco, dalle sue origini nell’Ottocento, fino all’acquisizione da parte dello Stato, seguendo le tappe indicate e descritte nei nuovi pannelli installati lungo il viale, dove l’architetto fiorentino Giuseppe Poggi anticipò le soluzioni successivamente adottate per il celebre Viale dei Colli.

Nel Giardino della Villa medicea di Castello domenica 25 settembre alle 11.00 il pubblico sarà accolto personalmente dal Granduca  Cosimo I de' Medici, interpretato da Francesco Gori, che racconterà le meraviglie del giardino della (sua) villa di Castello  nella  visita teatralizzata  "A spasso con Cosimo".

Un “Gran ballo ottocentesco” dell’associazione “Società di Danza Firenze” è in programma nel prestigioso cortile affrescato della Villa medicea La Petraia trasformato per volere del primo re d’Italia in salone di ricevimento per le feste. Sabato 24 settembre 2022, dalle 19.30 sarà possibile rivivere l’atmosfera delle danze di società di tradizione europea con romantici valzer, quadriglie, mazurke, vivaci polke, galop e contraddanze, ascoltando alcuni brani del concerto eseguito alla Petraia il 1 settembre 1872 in occasione della festa di fidanzamento del figlio di Vittorio Emanuele II con Blanche De Larderel.

La Villa Medicea di Cerreto Guidi  sabato 24 settembre sarà aperta dalle ore 20.00 alle 23.00 con il Concerto dell'Accademia Musicale di San Miniato Basso "In viaggio con la musica" a ingresso gratuito con brani tratti dal repertorio violinistico rinascimentale popolare e d'intrattenimento italiani e stranieri, preceduti da presentazioni storiche e curiosità.

Nella provincia di AREZZO tre aperture straordinarie pomeridiane e serali sabato 24 settembre per la Basilica di San Francesco dalle 20.00 alle 23.00 con visite guidate alla Cappella Bacci, per il Museo delle Arti e Tradizioni Popolari dell’Alta Valle del Tevere di Anghiari dalle 19.00-22.00 con visite accompagnate in concomitanza con il Museo della Battaglia e di Anghiari e domenica 25 per il Museo di Casa Vasari aperto dalle 14.00 alle 18.00 con visite guidate. ?Il Museo archeologico nazionale di Arezzo presenta una serie di iniziative mattina e sera durante tutto il fine settimana: sabato 24 settembre e domenica 25 settembre 2022 ore 15.00 e ore 17.00? visite straordinarie gratuite alla scoperta dell'area archeologica dell'Anfiteatro con possibilità di sperimentare per la prima volta l'app ArcheoArezzo Anfiteatro in realtà aumentata. Sabato 24 settembre 2022 durante l'apertura straordinaria serale, dalle 20 alle 23, la direttrice Maria Gatto sarà a disposizione dei visitatori per presentare la sezione dedicata alla Chimera di Arezzo con l'ultima riproduzione tattile. Il Museo nazionale d'Arte Medievale e Moderna di Arezzo sarà aperto sabato 24 settembre dalle 9.00 alle 13.00 con ingresso gratuito e visite guidate  alle 9.15,  10.30 e 11.45 a "Due dipinti su rame delle collezioni” a cura della restauratrice Rossella Cavigli, con un approfondimento sulla tecnica della pittura su rame, diffusa tra Cinquecento e Seicento.

Nella provincia di GROSSETO saranno tutte aperte le aree archeologiche: Roselle il 24 e 25 settembre 2022, ore 16.00 con lo spettacolo  “Tracce di umanità”, un viaggio teatrale della Compagnia delle Seggiole attraverso una  selezione di brani tratti da Sofocle, Aristofane, Plauto, Seneca e Shakespeare; l’area di Vetulonia con aperture straordinarie sabato 24 e domenica 25 settembre 2022, alle 16.00 della Tomba della Pietrera e del Diavolino e l’area archeologica della antica città di Cosa sabato 24 settembre 2022, dalle ore 15.30 con conferenze e visite guidate sul tema "Come gestire e interpretare il dato cartografico: nuovi contributi dalla città di Cosa".

A LUCCA due giorni di aperture straordinarie serali e pomeridiane, sabato 24 settembre dalle 19.30 alle 22.30 e domenica 25 settembre dalle 15.00 alle 19.00, per i musei nazionali e nuove occasioni per visitare a Villa Guinigi la mostra "Nuovi studi su Matteo Civitali" con due opere inedite, il Salvator Coronatus di Santa Maria Corteorlandini e la Madonna col Bambino di Colle di Compito attribuite all’artista al termine delle indagini del RIS sulle impronte digitali dell’autore. A Palazzo Mansi è prevista anche l’apertura straordinaria del secondo piano, in particolare delle sale dedicate alla committenza borghese tra ‘800 e ‘900, una ricca selezione di dipinti, gessi, bronzi e terrecotte realizzati tra fine Ottocento e metà Novecento da autori lucchesi. ??A PISA aperti sabato 24 mattina e sera fino alle 23  anche i Musei nazionali Palazzo Reale e di San Matteo.

Apertura straordinaria pomeridiana domenica 25 settembre dalle 14 alle 18 anche per la Certosa di Calci con visite guidate ore 14.30, 15.00, 16.00 e 16.30 alle aree verdi attigue al monastero  normalmente chiuse al pubblico. Passeggiando tra orti, peschiere e frutteti, si potrà approfondire il tema dell'autoproduzione della comunità certosina di Calci, un esempio di stile di vita sostenibile basata sui concetti di territorialità, stagionalità e armonia con la natura.

In provincia di PISTOIA aperture serali e visite guidate gratuite sabato e domenica ore 18-21 alla ex Chiesa del Tau a Pistoia dove dialogano gli affreschi trecenteschi e le sculture di Marino Marini, all’Oratorio di San Desiderio noto per il bellissimo affresco di Sebastiano Vini detto 'il Veronese', La  crocifissione di San Desiderio e dei diecimila martiri; Sabato 24 settembre ore 18-21 a Monsummano Terme alla Casa museo del poeta Giuseppe Giusti dove  rivive il clima romantico della prima metà dell'Ottocento, con opere d'arte d'epoca e il più famoso ritratto del poeta di Giuseppe Bezzuoli, sale documentarie e postazioni digitali dedicate al programma multimediale sulla vita e le opere del poeta.

In provincia di PRATO aperture straordinarie pomeridiane della Villa medicea di Poggio a Caiano sabato 24 settembre alle 15.30,  16.30 e 17.30, domenica 25 settembre alle 15.30 e 16.30, con visite guidate agli appartamenti monumentali e del Museo della natura morta, la domenica alle 17.30 con visite tematiche alle oltre duecento opere che illustrano lo sviluppo del collezionismo mediceo di questo genere pittorico, dedicato alla rappresentazione dei temi e dei soggetti della natura.

A Comeana sarà aperto Sabato dalle 20 alle 23, con visite guidate, il grandioso Tumulo di Montefortini, tra i più importanti monumenti archeologici della Toscana, una collinetta artificiale, alta oggi dodici metri, che ospita due tombe etrusche.

In provincia di SIENA infine il Museo nazionale Etrusco di Chiusi propone per tutto il fine settimana, sabato 24 alle 11, 16.30 e 21 e domenica 25 alle 17, "Tasselli di Storia”, un programma di aperture straordinarie, attività didattiche e visite guidate tematiche per bambini e adulti dedicate ai reperti più significativi del museo e alla loro storia.

Tutti i dettagli dei singoli eventi, modalità di ingresso e costi, in continuo aggiornamento sono disponibili sul sito della Direzione regionale musei della Toscana www.polomusealetoscana.beniculturali.it nei link delle iniziative di ogni museo sul calendario e sul sito del Ministero della Cultura www.cultura.gov.it eventi diurni e aperture serali.

21/09/2022 10.53

MiC - Direzione regionale musei della Toscana 

Foto da comunicato stampa  

Tratto da Met. 

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE