Roma-Lido, linea d'interesse nazionale, Sinistra Civica Ecologista prepara un'interrogazione parlamentare

Marco Possanzini (SCE X ): ai sensi del decreto legge n.50 del 2017 vogliamo avere contezza sulle iniziative che il nuovo Governo intende assumere per garantire ai cittadini il diritto alla mobilità considerato che per la Corte Costituzionale il trasporto rientra tra i servizi pubblici essenziali

printDi :: 25 novembre 2022 08:54
Roma-Lido, linea d'interesse nazionale, Sinistra Civica Ecologista prepara un'interrogazione parlamentare

(AGR) Dopo il blocco della Roma-Lido dell'altro ieri la politica si muove con decisione e riapre la pagina del servizio pubblico sul territorio. Marco Possanzini, capogruppo di Sinistra Civica Ecologista nel X Municipio ipotizza un deciso potenziamento dei bus in caso di stop dei treni ed intanto prepara un'interrogazione parlamentare al Ministro competente per conoscere, considerato che proprio la Roma-Lido tra le altre cose, è stata individuata come una ferrovia di interesse nazionale(ai sensi dell'articolo 47, comma 1, del decreto-legge n. 50 del 2017) per garantire un serviziio pubblico essenziale : "L’avvio degli interventi di manutenzione integrale dell’intera tratta promossi dalla Regione Lazio, governata da una maggioranza composta dal centrosinistra e dal M5S, è sicuramente una buona notizia visto che da decenni non veniva sostituita nemmeno una “traversina”.

Ma questo non basta a scongiurare guasti e disservizi. Per garantire il diritto alla mobilità dei cittadini in questo periodo di lavori strutturali sull’intera tratta, è necessario organizzare e potenziare il servizio di bus sostitutivi in quanto, dramma nel dramma, durante il guasto accaduto ieri alla Roma Lido il grande assente è stato proprio il servizio d’emergenza su gomma. Come da copione - continua Possanzini - di un film già visto, il servizio bus sostitutivo affidato da Cotral ad un privato per sopperire ai malfunzionamenti della linea ha fatto acqua da tutte le parti. Forse è il caso di riflettere e di tornare su certe scelte che stanno spalancando le porte dei privati nella gestione del trasporto pubblico, emergenze comprese.

Non dimentichiamo che a Roma Capitale più del 30% del servizio di bus su gomma, quasi un bus su 3, è già in mano ai privati con drammatiche conseguenze in termini di costi pubblici, di qualità del servizio e di condizione dei lavoratori. Al netto di questa considerazione riteniamo importante l’impegno assunto dall’Assessore Patanè  il quale ha accolto la richiesta del Presidente Falconi a supportare le emergenze sulla Roma Lido anche con navette sostitutive messe a disposizione da ATAC. 

Nonostante questo importante impegno che va nella giusta direzione, visto che la ferrovia Roma Lido è entrata nella classificazione di linea di interesse nazionale (ai sensi dell'articolo 47, comma 1, del decreto-legge n. 50 del 2017), presenteremo un’altra Interrogazione Parlamentare direttamente al neo Ministro competente per avere contezza sulle iniziative che il nuovo Governo intende assumere al fine di garantire ai cittadini il diritto alla mobilità considerato che, come stabilito dalla Corte Costituzionale in tema di beni comuni, il trasporto rientra tra i servizi pubblici essenziali per la comunità. Anche per questo,- conclude Possanzini -  senza inutili distinguo, abbiamo firmato insieme al Presidente Falconi, ai colleghi di opposizione e molti colleghi di maggioranza, una lettera indirizzata al Prefetto di Roma promossa dal gruppo del M5S".

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE