Avventura a cavallo...in viaggio da Anzio a Jenne sull'antico sentiero della Transumanza dei pastori

La Transumanza Anzio-Jenne importante via di comunicazione e di scambi tra i popoli dovrebbe entrare a far parte dei Cammini Storici Italiani, valorizzando territori di grande ricchezza paesaggistica ed avviando un turismo lento per conoscere territori e rinsaldare legami tramandati dalla tradizione

printDi :: 06 dicembre 2021 11:39
Transumanza Anzio Jenne prima foto

Transumanza Anzio Jenne prima foto

(AGR) Testo e foto di Gianni Loperfido

La memoria delle nostre origini, attraverso le usanze e le tradizioni della storia, non rimane solo un riferimento culturale , oggi, la “Via della Transumanza Anzio-Jenne” resta un viaggio per la conoscenza dei territori che, nei suoi conseguenti sviluppi e cambiamenti, ha giovato all’evoluzione e al progresso della nostra Società industrializzata. La rievocazione giunta alla XXX edizione si svolge di solito nella seconda settimana del mese di agosto, ma la Transumanza vera e propria veniva effettuata dai pastori nei mesi di giugno e settembre/ottobre.

Transumanza Anzio Jenne seconda foto

Transumanza Anzio Jenne seconda foto

La “Transumanza Anzio-Jenne”, importante via di comunicazione e di scambi tra i popoli, si auspica possa entrare, a gran titolo, nei progetti dei Cammini Storici Italiani (e non solo) e si è stipulato un accordo tra i vari Sindaci dei quattordici Comuni Laziali interessati, di Anzio, Nettuno, Latina, Aprilia, Cisterna di Latina, Cori, Artena, Colleferro, Paliano, Serrone, Piglio, Arcinazzo Romano, Trevi nel Lazio, Jenne, che d’intesa con le Unioni Pro Loco Italiane, UNPLI e con, le Associazioni Vie Europee Francigene, l’AEVF consentiranno l’iscrizione al Registro dei Cammini del Lazio.

Transumanza Anzio Jenne terza foto

Transumanza Anzio Jenne terza foto

La collaborazione creerà, infatti, l’opportunità di coinvolgere ogni realtà attiva ed economica lungo il cammino della Transumanza Anzio–Jenne” valorizzando territori di ineguagliabile ricchezza paesaggistica e storica dando l’avvio al “turismo lento”, un modo salutare per conoscere paesi e rinsaldare legami tramandati da storie di luoghi e di famiglie come tra le Comunità dei Monti Simbruini, l’Alta Valle dell’Aniene, l’Agro Romano e l’Agro Pontino.

Nel 2018 siamo partiti, per un viaggio fotografico di cinque giorni, dalla località Falasche di Anzio al seguito di 25 cavalieri e cinque ciclisti-scorta, che si sono messi in marcia alla volta di Jenne, nella rievocazione dell’antica transumanza dei pastori, nelle tappe di Cisterna di Latina, Artena, Serrone, Vallepietra e Jenne. 

transumanza anzio jenne foto territori Lo Perfido ottava foto

transumanza anzio jenne foto territori Lo Perfido ottava foto

Il percorso

Il percorso si sviluppa per oltre cento chilometri su strade, sentieri, mulattiere e cammini in una atmosfera che ci riporta indietro nel tempo tra storie di popoli, culture e tradizioni. Splendidi paesaggi ancora naturali di incomparabile suggestione e bellezza, come la campagna di Torrecchia Vecchia e Nuova, il lago di Giulianello, il Torrente Simbrivio, le Cascate dell’Aniene, i Fondi di Jenne. Per quello che ci riguarda è stata un’esperienza di contatto e conoscenza di vita rurale che ci ha avvicinato alla civiltà nomade e poi contadina di millenni orsono.

L’odierna Transumanza Anzio-Jenne non è stata una semplice passeggiata a cavallo bensì una vera e propria impresa che i cavalieri moderni, in questa edizione, con un giovanissimo fantino di otto anni e il nonno di quasi settanta, devono saper affrontare con disciplina e specifiche conoscenze tecniche di conduzione degli animali, tra varie difficoltà della marcia in gruppo, nei folti boschi e gli impervi cammini di montagna.

Transumanza Anzio Jenne quarta foto

Transumanza Anzio Jenne quarta foto

Con le antiche tradizioni e i sapori d’altri tempi, si preparano bivacchi in tende e cucina da campo con odori di stufati della carne di pecora e di bracieri, accompagnati da buon vino e dalle varie esternazioni canore di stornelli al suono della chitarra, dell’organetto e della fisarmonica. Ma l’attuale cavaliere deve dimostrare di possedere, anche, un grande affiatamento e un immenso amore per il proprio cavallo a cui deve dedicare tanta passione e sacrificio.

La partenza da Falasche

A Falasche, antico villaggio di pastori e luogo di maggior concentrazione del popolo Jennese nel Lazio, è fissata la partenza a cui partecipa il Sindaco di Anzio e il Parroco per la benedizione impartita a tutti i partecipanti. Nella campagna anziate con i percorsi in terra battuta, si sfiora l’antico basolato della via Romana e la “Torre del Monumento” per proseguire, poi, nel territorio di Nettuno fino a giungere nel Comune di Aprilia in località “Capanna Murata” per la sosta nell’Azienda agricola di Massimo De Luca, dove una grande tavolata è allestita con i tipici piatti a base di pecora “ajo callaro”. 

Transumanza Anzi Jenne quinta foto

Transumanza Anzi Jenne quinta foto

Cisterna di Latina, la Patria dei Butteri

Tra vecchi vigneti e le coltivazioni odierne di kiwi, si arriva nelle terre dell’antico Ducato dei Caetani, oggi Comune di Cisterna di Latina, “Patria dei Butteri”.

Al “Filetto”, nell’area attrezzata del Comune, è fissata la sosta serale, dopo l’attraversamento della città e i saluti delle autorità. Quindi, di buon mattino, si riparte per raggiungere a pochi chilometri da Cisterna di Latina, le tenute storiche di Torrecchia Nuova e Torrecchia Vecchia, luoghi di straordinaria bellezza fra giardini e resti archeologici, dove il tempo si è fermato. La vecchia scuderia riporta la data del 1785. Attraverso piacevoli ondulazioni di terreni coltivati si procede per al Monumento Naturale del Lago di Giulianello, (Cori), dove un bagno rinfrescante e la colazione lungo la riva sono d’obbligo. 

transumanza Anzio Jenne arrivo a jenne settima foto

transumanza Anzio Jenne arrivo a jenne settima foto

Artena, tutta la città fa festa

Nella città di Artena il passaggio dei transumanti è accolto con il saluto delle autorità e della cittadinanza al suono della Banda Musicale, poi la carovana fa la sosta per il pranzo alla fattoria Perica, con la tipica pasta “’ndremappi”. Dopo gli scenari agricoli di Colleferro si entra nel territorio di Paliano, attraverso i resti Mola de Pascoli e il Monumento naturale La Selva, dove è prevista la sistemazione finale dei cavalli e dei cavalieri con il consueto bivacco, la cena e a seguire, suoni e canti popolari fino a notte fonda. 

Transumanza Anzio Jenne sesta foto

Transumanza Anzio Jenne sesta foto

Paliano, la città fortificata

Con il passaggio nella cittadina di Paliano, antica città fortificata, il giorno seguente, si prosegue per la Forma del Serrone e, dopo il pranzo nella piacevole azienda agricola Celletti, si affronta la salita al Monte Scalambra, dai panorami mozzafiato di bellezza indimenticabile e dall’immersione completa tra le faggete del Piglio, quindi, si raggiunge l’altopiano di Arcinazzo Romano a sera.

Nel completo ritorno ad una natura selvaggia e, attraverso sentieri montani, si entra nel Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini dove, passate le Cascate dell’Aniene, si giunge per una rilassante sosta al lago artificiale del Torrente Simbrivio. A Vallepietra, accolti dal Sindaco, c’è l’incontro caloroso e piacevole con pizza e dolci offerti dalla cittadinanza, quindi, il bivacco notturno posto proprio sotto il celebre Santuario della Santissima Trinità. 

transumanza anzio jenne cartina percorso foto nove

transumanza anzio jenne cartina percorso foto nove

L’arrivo a Jenne

Ai Fondi di Jenne, già meta estiva d’arrivo dei pastori transumanti e porta d’Abruzzo, ci si gode la sosta con un’eccellente grigliata nella più grande faggeta secolare d’Europa.

Il passaggio e l’arrivo nel centro storico di Jenne è, infine, di una particolare e suggestiva attrazione, con il paese tutto addobbato a festa. Nella piazza della chiesa principale c’è il palco per l’intervento delle Autorità e lo scambio dei saluti con la consegna dei diplomi, delle medaglie di partecipazione e delle foto ricordo ma, soprattutto, a impresa conclusa, la rallegrante sistemazione dell’orchestra con la musica per la cittadinanza e il gran ballo finale collettivo. Una piacevole esperienza di un viaggio che è bene conservare e tramandare. .….. 

transumanza anzio jenne tuttii partecipanti all'edizione del 2018

transumanza anzio jenne tuttii partecipanti all'edizione del 2018

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE