Centro Anziani di Casalbernocchi, il Tar dà ragione all'amministrazione

Le stanze occupate abusivamente all'interno del Centro Anziani dovranno essere liberate al più presto per procedere all'assegnazione mediante evidenza pubblica dei locali

printDi :: 23 ottobre 2020 16:17
Centro Anziani di Casalbernocchi, il Tar dà ragione all'amministrazione

(AGR) Il T.A.R. (Tribunale Amministrativo Regionale) con l’ordinanza n. 06288 del 2020 Registro Generale 07293/2020 , ha dato ragione all’attuale Amministrazione, sulla vicenda dell’occupazione abusiva delle stanze all’interno del Centro Sociale Anziani sito nel quartiere di Casabernocchi.
"Esprimiamo soddisfazione in ordine a questo risultato - dichiara il Capogruppo pentastellato Antonino Di Giovanni -, che altro non fa, che attestare la correttezza delle nostre azioni e del nostro lavoro, in Commissione Politiche Sociali, dove abbiamo sempre ribadito, al contrario di chi sosteneva l’esistenza di sufficienti presupposti per applicare un istituto giuridico, mentre, in realtà,  gli stessi non avevano un idoneo titolo giuridico in ordine al godimento dell’immobile, tale da fondare la pretesa sostanziale sostenuta dall’associazione “La Talpa”.

"L’attuale Amministrazione -  specifica il Presidente della Commissione Politiche Sociali, Alessandro Nasetti -  dopo verifiche documentali accurate, sulla concessione alle due realtà associative, aveva riscontrato anomalie sull’affidamento dei locali a seguito di una risoluzione del 1999 e quindi dato seguito ad accertamenti amministrativi in tal senso, che hanno portato in conclusione all’evidente  sussistenza della mancanza della titolarità all’occupazione delle stanze". 
"Abbiamo sempre sostenuto e portato avanti un indirizzo politico fatto di legalità e correttezza, senza mai entrare nelle polemiche personali dei singoli o nelle dichiarazioni di personaggi politici autoreferenziali - aggiunge Di Giovanni – e soprattutto senza mai farci intimorire, da azioni estemporanee, che potevano confondere la cittadinanza, in ordine all’azione corretta dell’amministrazione.
"Infine -  conclude  Nasetti - in vista della futura assegnazione dell’immobile mediante una consona procedura ad evidenza pubblica, siamo certi che le stanze saranno liberate al più presto, in ottemperanza alle richieste già fatte da questa Amministrazione, auspicando che in breve tempo si possa tornare in maniera corretta a dare al quartiere servizi di carattere sociale".


Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE