Capocotta, in fiamme il Mecs Village, oggi sarebbe andato a bando

Roberto Gualtieri: “Se qualcuno pensa di intimidirci, sappia che non ci riuscirà e che andremo avanti comunque per la nostra strada. Siamo pronti a rimettere a bando i chioschi, il nostro obiettivo resta quello di salvaguardare i servizi e la sicurezza per le tante persone che frequentano Capocotta”

printDi :: 11 marzo 2024 11:03
capocotta in fiamme il Mecs Village,

capocotta in fiamme il Mecs Village,

(AGR) Ieri sera, attorno alle 18,30, il chiosco Mecs Village è andato distrutto dalle fiamme. Il chiosco dopo il dissequestro sarebbe stato messo a bando. Si trattava di un provvedimento atteso da anni e proprio oggi era prevista da parte del Campidoglio la pubblicazione del bando, il primo lotto della lista redatta dal comune.

capocotta in fiamme il Mecs Village,

capocotta in fiamme il Mecs Village,

Il sindaco Roberto Gualtieri ha dichiarato: “Se qualcuno pensa di intimidirci, sappia che non ci riuscirà e che andremo avanti comunque per la nostra strada. Dopo 24 anni siamo pronti a rimettere a bando i chioschi, il nostro obiettivo resta quello di salvaguardare i servizi e la sicurezza per le tante persone che frequentano Capocotta” Sulle cause dell’incendio intanto stanno indagando i vigili del fuoco, anche se appare scontata la matrice dolosa dell’incendio.

capocotta in fiamme il Mecs Village,

capocotta in fiamme il Mecs Village,

"È sicuramente preoccupante come ha detto il Sindaco Gualtieri che oggi sia andato a fuoco un chiosco di Capocotta, il Mecs Village, uno di quelli che stavano per andare a bando. - afferma Andrea Bozzi, consigliere municipale della lista Calenda e tra i primi ad accorrere sul posto - Speriamo, innanzitutto, che si risalga ai responsabili. Ma è anche grave e vergognoso che in questi sei mesi, cioè da quando sono stati mandati via i vecchi gestori, il Campidoglio non abbia previsto nessun servizio di sorveglianza per queste strutture. Lo abbiamo chiesto in tutte le sedi, perché non ci voleva un genio a prevedere che senza alcun controllo sarebbero stati vandalizzati o, peggio ancora, distrutti. Eppure non è stato fatto nulla, nonostante sia un bene di tutti perché di proprietà del Comune. Ora ci aspettano altri mesi di terra di nessuno, in attesa delle assegnazioni degli altri chioschi ameno di due mesi dall’inizio della stagione estiva? Ora la metteranno una qualche sorveglianza?". “L’incendio di alcuni chioschi a Capocotta è un atto grave, - denuncia Francesco Bucci, delegato sicurezza di F.I. per il X Municipio – è l’ennesimo tentativo da parte della criminalità di fermare il ripristino della legalità ad Ostia. L’amministrazione e la politica intera deve essere unita e non farsi condizionare. Questo territorio può crescere e svilupparsi solo se trasparenza e legalità torneranno ad essere alla base di qualsiasi assegnazione. L’area di Capocotta e dei cancelli è una ricchezza per il territorio ed è importante che entro l’inizio della stagione estiva si arrivi alle assegnazioni della gestione delle attività nel pieno rispetto della legge”

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE