Aggredisce l'ex-compagna ed i suoi familiari, arrestato 37enne

Il 37enne, con un casco tra le mani aveva colpito l’ex e i suoi congiunti, accorsi in suo aiuto. Poi aveva afferrato una pala da cantiere con la quale tentava di colpire la donna per fortuna  senza riuscirvi. Infine, l’aveva presa a schiaffi e pugni

printDi :: 07 agosto 2020 14:37
Aggredisce l'ex-compagna ed i suoi familiari, arrestato 37enne

(AGR) Aggredisce l’ex compagna e i suoi familiari accorsi in suo aiuto. Arrestato dalla Polizia di Stato 37enne romano per atti persecutori e lesioni aggravate. E’ accaduto ieri notte in via Zanardi.Quando la pattuglia della Sezione Volanti è arrivata sul posto per una segnalazione di lite violenta tra più persone, effettivamente ha notato  la presenza di alcuni soggetti che stavano discutendo tra di loro.Appena scesi dalla volante uno di questi ha cercato di allontanarsi in tutta fretta ma è stato fermato. Una delle due donne presenti sul posto, lo ha indicato agli agenti quale autore dell’aggressione nei suoi confronti.

Identificato per F.R., romano di 37 anni, con precedenti di polizia, è apparso da subito in uno stato di alterazione psicofisica e, non curante della presenza della polizia, ha iniziato a minacciare sia la donna risultata poi la ex compagna che le altre due persone che erano con lei, sorella e cognato della stessa.Grazie all’ausilio delle pattuglie del commissariato Porta Pia e San Lorenzo intervenute in ausilio, l’uomo è stato messo in sicurezza e accompagnato presso gli uffici di polizia.

Nel corso degli accertamenti gli agenti della Polizia di Stato hanno appurato quanto accaduto. Il 37enne, poco prima, con un casco tra le mani aveva colpito l’ex e i suoi congiunti, accorsi in suo aiuto,  uno dei quali aveva riportato la frattura alla mano guaribile in 25 giorni di prognosi.  Poi, in  preda all’ira,  abbandonato il casco, aveva afferrato una pala da cantiere con la quale tentava di colpire l’ex compagna per fortuna  senza riuscirvi. Non contento, l’aveva presa a schiaffi e pugni sul volto tanto da farla cadere a terra e aveva continuato danneggiando il portone d’ingresso dello stabile nonché gli arredi presenti.

L’intervento degli agenti della Polizia di Stato aveva scongiurato conseguenze ulteriori.In considerazione del fatto che già nel giugno scorso, la vittima, stanca delle continue minacce e condotte violente da parte dell’uomo, aveva presentato denuncia alla polizia, gli agenti, hanno proceduto al suo arresto per  atti persecutori e lesioni aggravate.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE