Incoronati i top regionali dalle guide Ais 'Emilia da Bere' e 'Romagna da Bere'

print28 luglio 2009 10:32
Enoteca regionale di Dozza

Enoteca regionale di Dozza

(AGR) Il top dell’enologia dell’Emilia-Romagna si è dato appuntamento il 13 luglio all’Enoteca Regionale di Dozza (BO) per il tradizionale evento di presentazione delle guide L’Emilia e la Romagna da Bere, e la premiazione dei migliori vini della regione.

Con 65 vini premiati come “Eccellenze del territorio”, 800 pagine a colori divise in due volumi, 1.000 vini degustati, descritti e fotografati (quasi il doppio rispetto agli anni passati), oltre 300 cantine mappate, L’Emilia e la Romagna da Bere, edite da PrimaPagina Editore insieme all’Associazione Italiana Sommeliers Emilia e Romagna e l’Assessorato all’Agricoltura della Regione, si confermano il punto di riferimento per chi vuole conoscere e scoprire con gusto i vini e le terre dell’Emilia-Romagna.

All’evento di presentazione delle guide erano presenti i produttori vitivinicoli della regione, i Presidenti AIS Associazione Italiana Sommeliers Emilia e Romagna Raffaele Quirino Piccirilli e Gian Carlo Mondini e numerosi partner istituzionali che hanno collaborato alla loro realizzazione.

Le guide La Romagna e L’Emilia da Bere, che giungono quest’anno rispettivamente alla sesta e alla quarta edizione, sono completamente riviste e ampliate nei contenuti. E’ stato infatti raddoppiato il numero dei vini degustati dalle commissioni Ais fino a un massimo di 4 per cantina, inseriti nuovi elementi di valutazione, come l’indicazione del miglior rapporto qualità-prezzo e, attraverso il simbolo stilizzato della regione Emilia-Romagna, la segnalazione dei vini ottenuti da vitigno autoctono. E’ stata inoltre data maggiore visibilità al rapporto cibo-vino, attraverso puntuali consigli di abbinamento con la gastronomia regionale proposti dai sommelier. A completare la corposa parte introduttiva delle guide una puntuale descrizione, corredata da alcune ricette, di tutti i prodotti Dop e Igp dell’Emilia Romagna.

Già da fine luglio in libreria, L’Emilia e la Romagna da Bere saranno protagoniste dell’ormai tradizionale “Tramonto di Vino”, cinque serate realizzate all’insegna del buon bere e degli abbinamenti con i prodotti del territorio e inserite nel contenitore eventi regionale“Emilia Romagna è un mare di sapori”. Si comincia a Cesenatico il 24 luglio, per continuare a Lido degli Estensi il 31 luglio, a Riccione il 7 agosto, a Marina di Ravenna il 21 agosto, a Cesena all’Ippodromo del Savio, il 28 agosto. Per info: www.romagnadeivini.it, tel. 0547 24284. Durante gli eventi di Tramonto di Vino un piccolo esercito di sommelier in divisa guiderà il pubblico di appassionati e turisti della riviera fra centinaia di etichette regionali che potranno essere degustate insieme ai prodotti del territorio: parmigiano reggiano impreziosito da gocce di aceto balsamico tradizionale di Modena e Reggio, prosciutto di Parma, salumi piacentini, mortadella di Bologna, pesche nettarine. Di volta in volta, insieme ai prodotti Dop e Igp della regione verranno proposti altri prodotti della tradizione come assaggi di pesce azzurro dell’Adriatico, vongole di Goro, pane e piadina della tradizione.

Le Eccellenze in Emilia Romagna: 65 vini, di cui 26 in Emilia e 39 in Romagna>

Sono 65 i vini top laureati quest’anno come “eccellenze del territorio” dalle commissioni dei sommelier degustatori Ais. Circa una ventina in meno complessivamente rispetto allo scorso anno “non per un calo della qualità”, come sottolineano i presidenti Ais Giancarlo Mondini e Raffale Picci, “ma per una diversa valutazione della scala punti che ha leggermente alzato l’asticella della qualità, portando da 85 a 86 il punteggio minimo per l’ottenimento della stellina, simbolo dell’Eccellenza”.

I vini “eccellenti” provenienti dall’Emilia sono infatti 26 (9 nel Bolognese, 2 nel Modenese, 5 nel Reggiano, 3 nel Parmense, 7 nel Piacentino), mentre le etichette eccellenti della Romagna sono 39 (5 nel Riminese, 4 nel Cesenate, 18 nel Forlivese, 9 nel Ravennate, 3 nell’Imolese).

Le degustazioni sono state effettuate dalle commissioni di Sommelier Degustatori di Ais Emilia e Ais Romagna alla cieca, seguendo la metodologia adottata dall’Associazione Italiana Sommeliers, che prevede una valutazione in centesimi. Le “Eccellenze” sono i vini che hanno ottenuto un punteggio di almeno 86 centesimi, e sono contrassegnati da una stella. Al punteggio ottenuto corrisponde un diverso numero di acini colorati all’interno del simbolo del grappolo pubblicato sulla guida (da 4 a 6 acini).


Scheda - L’Emilia e la Romagna da Bere>

La Romagna da Bere 2009/2010, sesta edizione, realizzata in 440 pagine a colori da PrimaPagina Editore in collaborazione con l’Associazione Italiana Sommeliers Romagna, contiene con 159 cantine mappate, circa 600 vini descritti, dei quali oltre 300 fotografati, 39 vini top laureati dalle commissioni di degustazione Ais.

La “gemella” L’Emilia da Bere, edita in contemporanea, contiene in 380 pagine 137 cantine mappate, oltre 500 vini descritti, dei quali circa 250 fotografati, 26 vini top laureati dalle commissioni di degustazione Ais.

L’Emilia e la Romagna da bere, guide ai vini, alle cantine e ai prodotti tipici del territorio, sono nate per descrivere e diffondere il vino regionale e gli abbinamenti con i cibi tipici del territorio e orientare il consumatore fra le centinaia di etichette proposte in enoteca, e sono diventate punto di riferimento per chi vuole scoprire e viaggiare con gusto l’Emilia Romagna.

Riviste e ampliate nei contenuti, le guide presentano alcune novità: l’indicazione del miglior rapporto qualità prezzo, un inedito simbolo per differenziare i vini ottenuti da vitigno autoctono e una maggiore attenzione al rapporto cibo-vino attraverso puntuali consigli di abbinamento con la gastronomia regionale proposti dai sommmelier.

Di semplice e rapida consultazione, le guide sono composte da una presentazione generale a cui si aggiungono capitoli dedicati a vini e vitigni, gastronomia, abbinamenti e prodotti del territorio. Il corpo principale è dedicato ai produttori di vino, suddiviso in capitoli corrispondenti alle principali zone vitate di Emilia (da Nord a Sud: Piacentino, Parmense, Reggiano, Modenese, Ferrarese, Bolognese) e di Romagna, da nord a sud (Imolese, Faentino, Ravennate, Forlivese, Cesenate, Riminese). A ogni produttore è dedicata una doppia pagina contenente una breve descrizione dell’azienda, le schede dei vini degustati alla cieca dalla commissione di Sommelier Degustatori Ais, il tipo di uvaggio, la gradazione alcolica, il prezzo indicativo in enoteca, l’abbinamento enogastronomico.

Distribuzione&Partenership>

Realizzate in partnership con l’Assessorato all’Agricoltura della Regione Emilia-Romagna e alcuni enti territoriali (le province di Rimini, Ravenna e Ferrara e le Camere di Commercio di Forlì-Cesena, Rimini, Ravenna e Piacenza), il Consorzio Vini di Romagna, il Consorzio vini del Bosco Eliceo e il Consorzio di Tutela vini colli di Parma, L’Emilia da Bere e La Romagna da Bere sono state pubblicate in 10.000 copie ciascuna. Le guide, insieme o singolarmente, sono in vendita nelle librerie emiliano romagnole, dove la distribuzione è stata potenziata per coprire le crescenti richieste da parte del pubblico, al costo di € 9,90 ciascuna. Attraverso la rivista Mare&Monti, che viene diffusa in abbonamento a tutti i sommelier di Romagna ed Emilia, le guide verranno inoltre recapitate ai circa 4.000 soci Ais della regione. Le pubblicazioni sono anche acquistabili on line attraverso i siti collegati www.romagnadeivini.it e www.emiliadeivini.it, e sono disponibili presso alcunestrutture ricettive della costa all’interno del progetto regionale “Un Mare di Sapori”.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE