AGR Web

Quotidiano Multimediale


AGR Video on Line
Tragico incidente sulla Majella. Soccorso Alpino impegnato anche sul Gran Sasso
Don luigi Ciotti - Presidente di Libera -Ci vuole una presenza comune, serve il 'noi'
X Municipio, Forza Italia avanza
X Municipio, sfida tra due donne per la presidenza
X Municipio, il 'manifesto' dell’autonomia di Beatrice Lorenzin
Mare, sicurezza ed efficienza, la ricetta per la ripresa
Giorgia Meloni, Ostia un municipio dimenticato
Forza Italia, Davide Bordoni: ecco la squadra
Regione Lazio – Respinta la mozione di legittimità costituzione del decreto Lorenzin sui Vaccini
Ostia, i cittadini si mobilitano per la rinascita di Castelfusano
Notizie
Link Utili

Per la pubblicità su questo spazio contatta la redazione a questo indirizzo:   redazione@agronline.it

 

  

BIAUTO Group srl societa' di autoriparazione e officina autorizzata FIAT ALFA ROMEO e LANCIA

testo testo

AGR Associazione giornalistica Radiotelevisiva

Città Commercio La più grande rete social della PMI

Regione: Lazio    Sezione: Cronaca16/05/2017 13.11.00

Roma-Lido, i francesi riaprono la partita?

Il Tar ha accolto il ricorso della Ratp Dev. Ripartonon le trattative con la Regione? In ballo la realizzazione di un piano da 500 milioni di euro



(AGR) Tutto riaperto  per la ristrutturazione ed il rilancio della Roma-Lido? Il Tar ha dato infatti ragione ai francesi della Ratp dev che avevano presentato un articolato progetto di ammodernamento in cambio della gestione per 25 anni della linea. Obiettivo del progetto era la trasformazione della Roma-Lido in una vera metropolitana. I francesi hanno contestato l’operato della Regione Lazio che avrebbe respinto, senza aver richiesto al raggruppamento di imprese alcuna modifica e sulla base di erronee e infondate motivazioni, il progetto di ammodernamento completo e di trasformazione della linea esistente attraverso un intervento di rinnovo generale sull'infrastruttura, di adeguamento tecnologico e degli standard di sicurezza, oltre alla sostituzione dell’intero parco treni.

Ora la Regione dovrà riesaminare la questione. Nello specifico il progetto francese prevedeva una spesa globale di circa 500 milioni, di cui 300 a carico dei privati per rifare binari e massicciata, linea aerea, sottostazioni, segnalamento (con frequenza a 3 minuti e potenziali a 90 secondi), stazioni e sicurezza, gli altri 180 a carico della Regione per il rinnovo del parco treni, almeno 18 convogli necessari ad una frequenza prevista di quasi quattro minuti.


 



Autore: AGR: EB - Redazione

RISERVATA © Copyright Agr On Line

AGR TV
La TV a Portata di Click